Nella nostra vita lavorativa spesso succede di aver a che fare con pazienti che presentano sintomi strani, che riferiscono di patologie che non abbiamo mai approfondito. Quali possibili soluzioni ai problemi sopra elencati? In tutti questi anni di lavoro comune, fatto di scambio di esperienze, sensazioni, scoramenti ed entusiasmi i nostri docenti hanno elaborato strategie diagnostico-terapeutiche. Tutto ciò con la piena consapevolezza di non scoprire nulla di nuovo, ma semplicemente di correlare l’osservazione clinica con quanto già descritto in letteratura, sebbene spesso in  modo sparso e non coordinato. Grazie agli strumenti che troverai nei nostri corsi scoprirai risorse utili nella tua pratica quotidiana in ambito sanitario. 





    Available courses

    CORSO DI DIAGNOSI DEL PAZIENTE CON DOLORE

    Seguire un metodo che sia in grado di guidare nel percorso di diagnosi e di scelta delle cure è, a nostro avviso, il passo fondamentale che deve compiere chi vuole avvicinarsi al paziente con dolore.  L'immagine che vedete è il quadro dell'ottocento di Luigi Rossi (Fondazione Cariplo) dal titolo "La scuola del dolore". L'ho riportato per sottolineare che, accanto alla conoscenza dei principi fondamentali riguardanti la diagnosi e la cura dl dolore è fondamentale la frequenza presso un ambulatorio per "vedere" il dolore. MODALITA' DI PAGAMENTO: Carta di credito o PayPal: cliccando il link sottostante e seguendo la procedura di iscrizione. Bonifico: Se nuovo utente eseguire la procedura di registrazione,  l'iscrizione al corso verrà attivata entro le 48 ore successive all…
    • Teacher: cesare bonezzi

    ACCERTAMENTI STRUMENTALI

    Una volta giunti ad una ipotesi diagnostica durante la visita è importante una ulteriore conferma ricorrendo agli esami strumentali. Troppo spesso la diagnosi viene fatta sulle immagini o sugli esiti degli esami strumentali. Questi sono utili sono a conferma di quanto rilevato nella visita del paziente. In alcuni casi, come nel dolore neuropatico, gli accertamenti sono fondamentali per completare la diagnosi.  Ciò che troverete in questo corso è il risultato del continuo scambio di idee e di esperienza tra me e il dott. Michelangelo Buonocore, che dirige il Servizio di Neurofisiopatologia del nostro Istituto Scientifico di Pavia, e la dott.sa Laura Demartini, Responsabile dell'Unità di Terapia del dolore di II° livello, che hanno sempre dimostrato una profonda cultura nell'ambit…
    • Teacher: cesare bonezzi

    I BLOCCHI DIAGNOSTICI E PREDITTIVI

    Nel metodo diagnostico che abbiamo proposto i blocchi diagnostici hanno l'importante compito di confermarci la sede ed il tessuto d'origine del dolore. I blocchi predittivo sono invece utili per fornire una conferma al medico che deve eseguire un intervento mininvasivo e per il paziente una condizione simile a quella che otterrà con l'intervento. MODALITA' DI PAGAMENTO: Carta di credito o PayPal: cliccando il link sottostante e seguendo la procedura di iscrizione. Bonifico: Se nuovo utente eseguire la procedura di registrazione,  l'iscrizione al corso verrà attivata entro le 48 ore successive alla ricezione di copia della ricevuta del bonifico che dovrà essere inviata via email all’indirizzo: info@ceoformazione.it. Cordinate Bancarie: Conto intestato a Ceoformazione s.r.l. Banco…
    • Teacher: cesare bonezzi

    FARMACI E TRASDUZIONE

    In questa parte verranno trattati i farmaci che per sede d’azione (farmaci antinfiammatori steroidei e non steroidei) o per effetto finale della loro azione (miorilassanti) agiscono prevalentemente sul terminale nocicettivo e quindi sul meccanismo periferico della nocicezione ovvero la trasduzione. Nel dolore patologico la presenza di fattori liberati dalla lesione genera una condizione di ipereccitabilità del terminale nocicettivo. I farmaci antinfiammatori steroidei e non steroidei agiscono riducendo questa condizione di ipereccitabilità. Sono stati aggiunti i farmaci miorilassanti che, benché agiscano a livello del sistema nervoso centrale, agendo sulla contrattura muscolare contribuiscono alla riduzione o scomparsa di elementi che stimolano i nocicettori (come gli ioni H collegat…
    • Teacher: cesare bonezzi

    FARMACI E TRASMISSIONE

    I farmaci che prenderemo in considerazione (oppioidi e l’insieme dei farmaci per il dolore neuropatico e altri ancora) agiscono a vari livelli della via nocicettiva in modo diretto o indiretto. In particolare essi possono agire sul sito ectopico, sulla sinapsi spinale sia pre- che post-sinapticamente, sui sistemi inibitori discendenti o spinali. Inibire la trasmissione degli impulsi a livello spinale significa modulare il passaggio degli impulsi nocicettivi in qualsiasi condizione di dolore. Va considerato che la sinapsi subisce importanti modificazioni sia nel dolore nocicettivo che nel dolore neuropatico, in parte simili ed in parte differenti. In queste condizioni alcuni farmaci giocano un ruolo importante soprattutto se associati in combinazioni adeguate.  Fanno parte di questo…
    • Teacher: cesare bonezzi